Skip navigation Scroll to top

Scroll to top

Impressioni dal mondo dei Principi del Liechtenstein

Il Gartenpalais e il recentemente rinnovato Stadtpalais - entrambi a Vienna - propongono scorci unici e autentici sul mondo dei Principi del Liechtenstein e 400 anni di tradizione collezionistica.

Il Gartenpalais Liechtenstein (Palazzo in Villa) ospita una delle piú grandi e importanti collezioni d’arte private del mondo. Le Collezioni del Principe del Liechtenstein affondano le loro radici nel XVII secolo e nell’ideale barocco del mecenatismo artistico dei Principi. Il casato Liechtenstein ha coerentemente fatto proprio questo ideale attraverso le generazioni, completando le raccolte in modo mirato.

Qui, nel 1810, il Principe Johann I Joseph allestí la prima galleria accessibile a pagamento. Oggi, esclusive visite guidate alle Collezioni offrono impressionanti scorci su oltre 400 anni di tradizione collezionistica.

Nella Sala Terrena, un salone di tre piani originariamente aperto, la «carrozza d’oro» allude al talento diplomatico dei Principi del Liechtenstein. Fu commissionata da Joseph Wenzel I in occasione della sua nomina ad ambasciatore imperiale presso la corte francese nel 1737. Non solo per la sua qualità artistica, ma anche a causa della sua importanza storica, è considerata uno dei pezzi da parata piú significativi del rococò francese.

Dal pianterreno barocco al giardino paesaggistico, il parco aperto al pubblico propone uno sfarzo floreale cangiante con le stagioni, uno stagno con una magnifica scultura e alberi maestosi.

Compia un giro virtuale del Gartenpalais Liechtenstein.

Dopo un laborioso restauro, lo Stadtpalais Liechtenstein (Palazzo di Cittá), uno dei primi, significativi edifici dell’alto barocco viennese, si offre nuovamente nel suo antico splendore. I soffitti a stucchi barocchi si fondono con i rigogliosi interni neorococò, il mobilio originale e i raffinati parquet di Michael Thonet in un insieme armonioso e aprono lo sguardo su epoche passate.

Il palazzo fu concepito dal Principe Johann Adam Andreas I come residenza, e doveva fungere da spazio abitativo, offrire tutte le superfici necessarie alla gestione della corte e – particolarità per l’epoca – anche per la presentazione delle allora già considerevoli collezioni della Casa regnante.

Al primo piano trovavano posto gli appartamenti di rappresentanza, mentre al secondo, a partire dal 1705, le opere delle Collezioni del Principe del Liechtenstein rappresentavano un polo d’attrazione per gli amanti dell’arte. Entrambi i piani superiori, i cui soffitti erano ornati da dipinti a olio allegorici di Antonio Bellucci, erano raggiungibili atraverso una scalinata monumentale con sculture di Giovanni Giuliani e stucchi di Santino Bussi.

Anche oggi, lo Stadtpalais ospita parti delle Collezioni del Principe del Liechtenstein, soprattutto quelle di epoca Biedermeier. Anche gli uffici della LGT Bank Austria trovano posto nel palazzo, sulla Bankgasse.

Gli sfarzosi locali sono a disposizione per manifestazioni ed eventi e possono essere ammirati nell’ambito di visite guidate.

Compia un giro virtuale dello Stadtpalais Liechtenstein.